La nostra missione

Il Tiger Club

L’origine delle Arti Marziali si perde nella storia dell’uomo, e assieme all’uomo queste si sono evolute e raffinate fino a trasformandosi da “l’Arte della Guerra” nel “l’Arte di Vivere”. Un guerriero impara a conoscere sé stesso attraverso l’Arte del Combattimento.

L’avversario più difficile da sconfiggere è dentro noi stessi

Il simbolo della nostra scuola è la Tigre, uno degli animali mistici più potenti. Il suo nome deriva dall’iraniano “thigra” che significa tagliente, aguzzo. In oriente la si vede spesso riprodotta mentre dalle sue fauci partorisce l’essere umano; assimilata al ciclo lunare, è simbolo della luce che ritorna. In tutto il Sud-est asiatico la Tigre-Antenato ha valore di “iniziatrice”. E’ essa che conduce i neofiti nella giungla per iniziarli attraverso una morte che, come in tutti i miti, è preludio di rinascita. In Malesia lo sciamano ha il potere di trasformarsi in tigre, mentre in Siberia, per il popolo dei Ghiliaki, la tigre è un uomo reincarnato in quella forma.

Nella tradizione cinese la Tigre è il Re degli animali selvaggi, è il terzo animale dello zodiaco cinese e simboleggia sincerità, sensibilità, coraggio, forza e audacia. La sua vitalità e l’energia prorompente la rendono un animale sia yang che yin. Simbolo maschile e positivo per il fatto che – narra la leggenda – essa scacciò e divorò i cinghiali che devastavano i campi. La tigre bianca è invece associata al principio femminile dello yin. Essa è un animale cacciatore e perciò simbolo della casta guerriera.

Nella geomanzia, come nell’alchimia cinese, essa rappresenta un principio attivo e solare che si oppone al drago, il principio passivo e celato. Corrisponde al Nord ed al solstizio d’inverno; si oppone alle forze del male e divora le influenze malefiche.

Sempre in Cina, si dice che persino i demoni temano le tigri per cui, spesso, in passato, sulle tombe, come pure sui portali, venivano poste sculture in pietra che la raffiguravano, mentre le divinità protettrici immortali venivano dipinte a cavallo della tigre, per la sua longevità. “Le Cinque Tigri” , che rappresentano la forza protettrice, sono i guardiani dei quattro punti cardinali e del centro; è appellativo che si conferisce ai guerrieri più valorosi, difensori dell’impero. Anche nel buddismo è un simbolo importante: la sua forza rappresenta la fede e lo sforzo spirituale.

L’Agonismo

L’agonismo è certamente un’attività formativa per i nostri allievi sia dal punto di vista fisico che psicologico.
La preparazione fisica dei corsi agonistici è programmata secondo i moderni concetti della scienza dello sport per il raggiungimento della migliore performance atletica, infatti, il Tiger Club ha sempre ottenuto ottimi risultati agonistici.

Nel Sanda s’impara il combattimento a pieno contatto, senza mai trascurare la sicurezza nella pratica, utilizzando le protezioni adeguate.
Allo stesso modo il Full Contact Stick Fighting affronta il combattimento con i bastoni, dove la pratica aiuta a comprendere quanto potenti e rapidi possano diventare i colpi di Escrima nel combattimento libero. Naturalmente c’è un’armatura che protegge la maggior parte del corpo.

La Realtà

Quando si studia il combattimento agonistico c’è da fare una premessa fondamentale: altra cosa è la realtà del combattimento. Negli sport da combattimento ci sono regole per impedire che i contendenti si provochino traumi o danni gravi. Nella realtà non ci sono regole.

Il ring porta inevitabilmente a concentrarsi sul punteggio, e non sviluppa difese da tecniche non ammesse dal regolamento… ovvero quelle più pericolose! Oltretutto ci si abitua a combattere sempre con i guantoni e non si condizionano le mani; il che è paragonabile ad andare in battaglia con una spada mal affilata.

Per questo motivo nel Tiger Club si studiano il Jeet Kune Do e il Kali dove si affronta il combattimento reale a mano nuda e alle armi bianche. Oltre a queste discipline il Tiger Club organizza corsi di difesa personale adatti ad ogni esigenza.

La Scuola

Imparare a combattere è il nucleo centrale dei nostri corsi, tuttavia non viene mai trascurata la Tradizione delle Arti Marziali, infatti, nella scuola si studia il Kung Fu tradizionale in diretta discendenza dal famoso Monastero Siulam (Shaolin del Sud), della scuola Yun Fook Tong di Hong Kong che con le discipline moderne costituiscono i Cinque Pilastri su cui si regge il bagaglio tecnico della nostra scuola.

Esperienza ed altissimo profilo tecnico distinguono i nostri insegnanti, che periodicamente si aggiornano nelle organizzazioni nazionali di competenza riconosciute dal CONI: CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) e FIWUK (Federazione Italiana Wushu Kungfu).

Pin It on Pinterest

Share This