Kung Fu - Tai Chi

Tai Chi Chuan: la Via morbida
Questa affascinante disciplina orientale era in origine utilizzata anche nell’addestramento militare ma col tempo il Tai Chi Chuan (o Tai Ji Quan) è diventato un mezzo di auto-scoperta e di sviluppo personale. Gli obiettivi principali del Tai Chi è l’armonia e l’equilibrio a tutti i livelli: fisico, emozionale, mentale e spirituale oltre ai particolari benefici nel campo della salute fisica in quanto riporta ad un equilibrato funzionamento di tutti gli organi e sistemi del corpo. Infatti il Tai Chi è una vera e propria forma di meditazione in movimento.

 

Hung Gar: la Via dura
Questo stile, detto anche Hung Kuen, è lo stile duro per eccellenza. Già da subito si imparano forme e tecniche che potenziano notevolmente il corpo. E dal condizionamento del corpo si arriva a rafforzare la mente. Si narra che questo stile sia il vero erede delle arti marziali praticate dai monaci guerrieri del tempio buddista Shaolin. In esso infatti, al contrario delle sue versioni moderne, non troviamo salti e tecniche mirabolanti bensì sobrie e applicabilissime tecniche che si rifanno alla tradizione dei cinque elementi e dei cinque animali del Taoismo. Grazie anche alla sua discendenza la medicina e la filosofia tradizionale cinese permea tutto il processo di apprendimento dell’allievo.

 

Chi Kung: l’energia
Fin dall’antichità in Cina sono state sviluppate delle tecniche per guarire da ogni tipo di malattia, per riequilibrare il corpo, ma anche per aumentare l’energia vitale dell’individuo. Questa alchimia interna ha preso il nome di Chi Kung (Qi Gong): tanto nella pratica della Via morbida quanto in quella della Via dura, possiamo accrescere e rafforzare il Chi, utilizzando tecniche sia corporee che mentali: respirazione, postura e movimento, concentrazione mentale e meditazione.

 

Piccoli Panda: corsi per bambini

Le caratteristiche di questo stile lo rendono particolarmanete adatto ai più giovani. Esistono infatti corsi riconosciuti dal CONI specifici per i bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni. Gli esercizi ed i giochi proposti aiutano a crescere sani, robusti e flessibili oltre a dargli un ottimo sviluppo psicofisico. Imparando la disciplina i ragazzi imparano a rispettare le regole e la moralità del Kung Fu, ad essere in armonia con i compagni ed affrontare e superare piccole/grandi sfide sportive.

Ogni stile è in qualche modo caratterizzato da una sua peculiarità oppure è particolarmente specializzato in una determinata area di combattimento, ma generalmente comprende sempre:

  • Calci (Toi)
  • Pugni (Kuen)
  • Posizioni (Bo)
  • Proiezioni (Yao-Tao)
  • Leve e lotta (Qinna)
  • Armi lunghe (Bastone, lancia, alabarda ecc.)
  • Armi Corte (Sciabola, bastone, spada ecc.)

Stili interni

Gli stili interni o morbidi sono caratterizzati da movimenti fluidi e armoniosi, spesso sono praticati per sviluppare l’energia vitale (Chi) e mantenersi in salute, a livelli avanzati rendono abili nella lotta. Troviamo tra gli stili più conosciuti: il Tai Chi Chuan, lo Hsing-I e il Bagwa.

Stili esterni del nord (Chang Quan)

Sono spesso caratterizzati da movimenti agili e passaggi dinamici in un’alternarsi di ritmo. Le tecniche sono ampie e veloci in modo da ottenere maggiore impatto. Il più famoso stile del Nord è lo Shaolin che prende origine dal famoso tempio ononimo.

Stili esterni del Sud (Nan Quan)

Gli stili del Sud sono spesso caratterizzati dalle posizioni forti e stabili con colpi di braccia molto potenti in brevi successioni. Le forme sono molto vigorose e in alcuni movimenti nascondono leve articolari e proiezioni. Uno dei più importanti stili del Sud è l’Hung Gar, nato dall’unione della Tigre e della Gru di Siulam (Shaolin del sud). Il Tiger Club è l’unica scuola in Italia autorizzata ad insegnare lo Stile Hung Gar della Lee Yun Fook Chinese Martial Arts.

Il Kung Fu tradizionale comprende diverse aree di studio che vengono insegnate con un metodo propedeutico in base al grado raggiunto. Il livello d’esperienza è rappresentato dal colore della cintura o dal Ji. Nel Tiger Club si segue un programma progressivo in modo progressivo un bagaglio tecnico completo:

  • Cintura bianca – 6° Ji – Rudimenti e fondamentali di Stile
  • Cintura gialla – 5° Ji – Tecniche e Forme di Base
  • Cintura arancione – 4° Ji – Tecniche e Forme Intermedie, Bastone e difese di base
  • Cintura verde – 3° Ji – Tecniche avanzate, Forme intermedie, Sciabola e Combattimento di base
  • Cintura blu – 2° Ji – Tecniche avanzate, Forme avanzate a mano nuda e con Armi, lotta e proiezioni
  • Cintura rossa – 1° Ji – Tecniche avanzate, Forme avanzate a mano nuda e con Armi, Qinna e lotta a terra
  • Cintura nera – 1° Duan – Tecniche, forme e combattimento ad alto livello; comprensione approfondita dello stile

I fondamentali nel Kung Fu (calci, pugni e posizioni) possono essere paragonati alle lettere dell’alfabeto: 20 lettere possono comporre infiniti testi sempre differenti sia nella forma che nel contenuto. La stessa cosa accade per le arti marziali: infatti, i fondamentali preparano l’allievo allo studio delle forme (TAOLU) o del combattimento (SANDA). Pertanto l’allenamento dei fondamentali è una delle fasi più importanti nell’apprendimento dello stile: è solo attraverso lo studio dei fondamentali che si apprende la meccanica del movimento e lo stile d’esecuzione.

Taolu

Le Forme contengono lo spirito dello stile, ove la tecnica deve essere eseguita con stile, giusto equilibrio, ritmo e spirito. E’ merito delle forme se gli stili possono essere trasmessi con grande purezza salvaguardandoli da brutte imitazioni. Le forme rappresentano il passato, il presente e il futuro delle arti marziali tradizionali poiché solo attraverso di esse è possibile trasmettere lo spirito del Kung Fu. In altre parole le forme sono come i canti popolari che rimangono invariati nello spirito e nel significato: come troviamo le canzoni per gli studiosi, gli sportivi e i guerrieri così troviamo anche le forme per gli studiosi, gli sportivi e i guerrieri.

Pin It on Pinterest

Share This